Offri o cerchi lavoro? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





Colloquio di lavoro
Colloquio di lavoro

Colloquio di lavoro: perché fallisco?

Hai già intrapreso decine e decine di colloqui di lavoro, ma ancora sei disoccupato? Ti senti stressato non solo perché non hai ancora un impiego, ma perché ti sembra che i tuoi colloqui siano dei veri e propri fallimenti? Probabilmente il problema è proprio il modo in cui ti poni durante il colloquio. Ecco a nostro avviso quali sono gli errori più diffusi e il modo migliore per riuscire a superarli.

Non sei arrivato al colloquio con il giusto aspetto

La prima impressione è quella che conta. Solitamente tutti siamo concordi esattamente con l’affermazione opposta, ma nel caso di un colloquio di lavoro la situazione è ben diversa. Purtroppo il selezionatore ha infatti a sua disposizione pochi minuti appena per riuscire a capire se tu sei la persona adatta per quell’impiego e il modo di presentarti può dire davvero molto di te. Devi cercare quindi di arrivare ad un colloquio di lavoro pulito e in ordine. Evita quindi di andare a piedi o in bicicletta in una torrida giornata estiva: suderesti sin troppo e questo non ti permetterebbe di apparire pulito e in ordine.

Evita di indossare abiti che si sgualciscono anche solo guardandoli altrimenti il tuo look apparirà sciatto. A proposito di vestiti, sceglili con estrema cura. Devi essere elegante ma non troppo, curato e discreto. Attenzione, scegliere vestiti di questa tipologia non significa affatto depersonalizzarti. Anche se questo non dovesse essere il tuo stile, anche se tu fossi abituato a stare tutto il giorno in tuta da jogging, siamo sicuri che riuscirai a trovare qualche accessorio capace di parlare di te e del tuo modo di essere che possa farti sentire del tutto a tuo agio e che possa farti personalizzare la tua immagine.

Sei arrivato al colloquio con un curriculum vitae caotico

Il curriculum vitae è una sorta di biglietto da visita che il selezionatore legge con estrema cura. Se si tratta però di un documento caotico, dove non sono presenti date o dove i lavori non sono in ordine cronologico, dove non ci sono sezioni ben distinte per ogni competenza, dove ci sono lacune e mancanze, capisci bene che si tratta di un documento inutile. La cosa migliore da fare è scaricare dal web il modello europeo, da seguire per redigere un curriculum semplicemente perfetto oppure farti aiutare da un professionista delle risorse umane.

Non ti sei preparato al colloquio

E questo che cosa significa? Si tratta di un colloquio mica di un esame universitario! Ed è qui che ti sbagli: il colloquio è un esame a tutti gli effetti per il quale non esiste improvvisazione, ma solo ed esclusivamente preparazione. Molte domande vengono poste ad ogni colloquio di lavoro e a seconda del settore di provenienza ci sono specifiche competenze di cui è sempre bene parlare. Ogni colloquio inoltre prende in considerazione anche l’atteggiamento del candidato, un atteggiamento che dovrai necessariamente preparare, esercitare, in modo che risulti quanto più idoneo possibile ad un impiego. Anche in questo caso è possibile chiedere l’aiuto di un professionista delle risorse umane.

JoJump, l’aiuto di un professionista a tuo servizio

Per ottenere l’aiuto di un professionista delle risorse umane che ti preparai al colloquio di lavoro, che ti dia tutti i consigli necessari e che ti aiuti anche a mettere in ordine il tuo curriculum vitae, arriva la start up JoJump. Grazie a questa start up il colloquio di lavoro diventerà una vera e propria passeggiata e riuscirai ad allontanare finalmente dalla tua vita i fallimenti, aprendo le porte ad un nuovo entusiasmante impiego.