Offri o cerchi lavoro? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





forex, opzioni binarie o azioni
forex, opzioni binarie o azioni

Guadagnare con i mercati: forex, opzioni binarie o azioni?

Quando si pensa di investire denaro, indipendentemente dalla somma, il primo obiettivo che si ha è ovviamente quello di guadagnare. Per raggiungere tale scopo è importante scegliere a monte il mercato giusto dove “gettarsi”, in quanto ognuno di essi è diverso dagli altri.

Le principali scelte sono tra forex, o mercato delle valute, opzioni binarie e azioni, o mercato azionario. In cosa differiscono e come scegliere il migliore?

Il mercato delle valute, o forex, è uno dei più volatili in assoluto, soprattutto se si investe scegliendo le coppie note come “major”, termine che sta ad indicare le valute più scambiate (come euro/dollaro o sterlina/dollaro).

Gli investimenti nel forex sono adatti anche a chi vuole partire da poco, grazie al fatto che con una leva che arriva fino a 200:1 (in alcuni casi anche fino a 400:1) è possibile gestire grandi quantità di denaro, anche con un capitale proprio discreto.

Le opzioni binarie sono una interessante alternativa al forex. Da esso si differiscono perché tutte le posizioni aperte hanno una scadenza fissa e determinata a priori (cosa che non accade con le posizioni nel mercato del forex) e permettono di realizzare guadagni che vanno dal 60% del capitale investito e arrivano fino anche al 200%.

Il mercato azionario, a paragone degli altri due, è sicuramente quello più classico, il più antico, oltre che quello dove è più difficile entrare a causa di barriere all’ingresso più importanti. Se, infatti, per investire nel forex o nelle opzioni binarie è sufficiente avere un computer e una connessione ad internet, per farlo nel mercato azionario bisogna rivolgersi ad un intermediario autorizzato a comprare azioni (come una banca, ad esempio). Inoltre, la minor leva finanziaria disponibile comporta un investimento minimo maggiore di quello che è possibile fare negli altri due mercati.

Indipendentemente dal mercato in cui si sceglie di operare, il guadagno che si può realizzare dipende ovviamente dall’esperienza che si ha e da quanto si vuole rischiare: se lo si fa bene si ha una remunerazione maggiore.

Per imparare a “tradare” è sicuramente importante fare esperienza, ma prima ancora bisogna conoscere la teoria del settore e, in questo caso, siti web come JobTrading sono ottime “compagnie”. Poiché è importante anche rimanere aggiornati in termini di news, non bisogna dimenticare di appuntare tra i preferiti siti come Wall Street Italia o Il Sole 24 Ore.