Offri o cerchi lavoro? REGISTRATI GRATUITAMENTE!





aprire un’impresa di pulizie
aprire un’impresa di pulizie

Come aprire un’impresa di pulizie

Uno dei business in grande ascesa è quello delle imprese di pulizia essendo questa attività che dà molto lavoro e permette di offrire diversi tipi di servizio.

Per aprire un’impresa di pulizie a Roma, come La Lucciola, per prima cosa bisogna prendere in esame il decreto di legge del 25 gennaio 1994 n.82 e quindi bisogna iscriversi all’Albo provinciale che raccoglie le imprese artigianali e indicare quelli che sono i requisiti di onorabilità e capacità economica necessari all’apertura di una nuova azienda.

Cosa serve ad una nuova impresa di pulizia

La prima cosa da fare quando si vuole aprire una nuova impresa di pulizie e capire quelle che sono le nostre competenze e gli eventuali spazi di mercato e verificare se li possiamo offrire da soli, oppure dobbiamo appoggiarci ad una ditta esterna, nel caso di lavori come giardinieri e tappezzieri.

Per aprire una nuova impresa di pulizia bisogna anche prendere degli specifici requisiti:

  • Avere assolto gli obblighi scolastici di base, relativi alla scuola dell’obbligo e avere un’esperienza professionale nel campo delle imprese di pulizie
  • Acquisire un attestato di qualifica relativo all’attività che si vuole svolgere

Quella della scelta del business è una fase molto importante perché in base a questo si sceglie quello il primo investimento da fare, che riguarda soprattutto i materiali e l’attrezzatura da comprare e vedere quanta manodopera richiede.

Le imprese di pulizie possono scegliere diversi tipi di specializzazioni tra le più importanti troviamo: manutenzione di giardini:

  • Pulizia degli alberghi
  • Pulizia dei garage e scantinati
  • Pulizia dei condomini
  • Pulizia delle caldaie
  • Pulitura dei camini
  • Lavaggio e disinfezione di cisterne per acqua potabile
  • Pulizia di imbarcazioni

Come promuovere la propria imprese di pulizie

Un’azienda che sta per iniziare un business ha sicuramente bisogno di fare della pubblicità e cercare il segmento di mercato più adatto, che può variare dai servizi a domicilio alle famiglie fino ai servizi all’interno di Enti e Comuni.

Tra le pratiche più utilizzate per fare pubblicità ad una nuova impresa troviamo sicuramente i metodi cartacei come volantini da lasciare alle persone in cui magari offrire degli sconti, ma stanno prendendo piede anche pratiche di marketing online.

Oggi tutte le azienda hanno un sito internet che risulta essere uno specchio dell’azienda e che si può far crescere utilizzando pratiche come la SEO e la SEM o con l’aiuto dei social network come Facebook e Instagram che hanno milioni di potenziali utenti.